Ricetta del Parrozzo di Natale, il dolce di D’Annunzio

2000 fan raggiunti…
17 dicembre 2014
13 dolci idee per un favoloso Sweet Table
16 gennaio 2015

parrozzo

Il Pan Rozzo, così chiamato prima, fonda le sue radici nella società agricola, dove i contadini abruzzesi realizzavano una pagnotta semisferica prodotta con la farina di mais che gli conferiva un colore giallo ed era un pò scuro in superficie perché cotto al forno a legna.

Il Parrozzo come lo conosciamo noi, nasce intorno agli anni ’20, quanto un noto pasticcere di pescara, Luigi D’Amico, trasforma questo pane nel dolce che oggi ha ottenuto il riconoscimento  di prodotto agroalimentare tradizionale della regione Abruzzo.

La prima persona alla quale Luigi D’Amico lo fece assaggiare fu il noto  poeta Gabriele D’Annunzio, che estasiato dal nuovo dolce, scrisse una madrigale “La Canzone del Parrozzo”(vedi immagine).

In abruzzo il Parrozzo viene realizzato soprattutto durante le festività natalizie, dolce molto semplice nella sua realizzazione con un sapore intenso e deciso, un perfetto connubio di mandorle e cioccolato con un sottile retrogusto agrumato.

INGREDIENTI

– 6 uova
– 175 g di semolino
– 175 g di mandorle tritate
– 300 g di zucchero
– 2 cucchiai di liquore tipo Amaretto di Saranno
– arancia grattugiata

Per la glassa
– 200 g di cioccolato fondente
– 20 g di burro

PROCEDIMENTO

Separate gli albumi dai tuorli e montate a neve ferma gli albumi. Aggiungete ai tuorli lo zucchero, la buccia di limone grattugiata e il liquore e montate il tutto con la frusta elettrica fino ad avere un composto chiaro e spumoso.

Unitevi il semolino, mescolate e poi unite le mandorle tritate, incorporate gli albumi a neve precedentemente montati a neve mescolando con un cucchiaio di legno dall’alto verso il basso.

Imburrare e infarinare lo stampo a cupola e versare il composto, senza riempirlo fino all’orlo. Cuocere in forno a 160° per circa 50/60 minuti. Per vedere se è cotto, infilate uno stuzzicadenti al centro del dolce se riesce completamente asciutto è pronto.

A cottura ultimata, capovolgete con delicatezza il dolce dallo stampo e lasciatelo raffreddare completamente.

Quando il parrozzo sarà ben freddo, tagliuzzate la cioccolata, fatela sciogliere bagnomaria; aggiungete il burro e mescolate fino ad ottenere un composto liscio. Versarlo sopra il dolce, ricoprendolo uniformemente (aiutatevi con una spatola). Lasciare solidificare prima di servire.

CONSIGLIO

Servitelo accompagnandolo con l’Aurum, un liquore pescarese, a base di brandy ed arance che si sposa benissimo con il Parrozzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *